In seguito ad una ricca esperienza di volontariato nelle comunità di base, maturata in America Latina da un gruppo giovanile di Reggio Emilia, tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni Settanta, nasce il desiderio di creare un sistema familiare allargato, guidato da Don Renzo Braglia.
Il nucleo familiare è formato da 12 persone e negli anni si arricchisce di 9 figli.

Il gruppo si costituisce in Cooperativa nel 1975 e crea un’impresa dove si possano unire il lavoro comune e l’accoglienza del disagio sociale con un’attenzione particolare alla tossicodipendenza.
Ben presto le numerose richieste di ospitalità e l’acquisita consapevolezza di una realtà sociale in forte evoluzione, spingono la famiglia ad articolare ulteriormente il progetto sociale: nascono così nel 1980 la cooperativa La Quercia e nel 1985 la cooperativa La Vigna.

Le attività della Cooperativa

La Collina, dopo anni di lavoro e di esperienza, è oggi:

un’azienda agricola, che coltiva e alleva con metodologie biologiche e biodinamiche una vasta gamma di prodotti, che vende direttamente nei suoi due punti vendita a Reggio Emilia;
una fattoria didattica, che offre programmi articolati per scuole elementari e scuole medie;
una comunita terapeutica che ospita la seconda fase di un programma di recupero per ragazzi con problemi di dipendenza patologica.

Gli obiettivi della Cooperativa

Da tanti anni i soci della Cooperativa Agricola La Collina stanno cercando di portare avanti un discorso di Armonia e di Pace:

Armonia e pace tra le persone che condividono questa esperienza di lavoro e di solidarietà, dando un forte valore alla mutualità cooperativa, che sta alla base della scelta societaria fatta fin dall’inizio della vita dell’azienda agricola.
Armonia e pace con la terra ed i suoi frutti, che si è incarnata nel percorso che ci ha portato ad abbandonare l’agricoltura tradizionale, per abbracciare le tecniche biologiche, e che ci ha spinti, oltre 9 anni fa, ad adottare l’approccio antroposofico dell’agricoltura biodinamica che, non solo allontana la chimica dalla terra e dal cibo, ma promuove un’armonia tra i viventi che non può che riverberarsi sui prodotti che voi e noi consumiamo.
Armonia e pace di ciascuno con se stesso che noi crediamo si raggiunga impegnando una parte delle nostre energie, gratuitamente, per fare del mondo che ci circonda un posto migliore.

La Collina si propone di offrire strumenti di riflessione e strumenti operativi per sperimentare e promuovere una società solidale, pacifica e rispettosa dell’ambiente.
Si prefigge di organizzare e sostenere attività che facilitino l’interscambio tra culture diverse, quale presupposto per un nuovo modello di sviluppo fondato sulla dignità di ogni persona e di ogni cultura, di promuovere e diffondere una cultura di pace fondata sulla giustizia.
Si propone di occuparsi di chiunque si trovi in situazione di disagio, in modo particolare dei tossicodipendenti, che, per motivi diversi, trovino difficoltà di inserimento nella vita sociale.
Si propone di promuovere e sviluppare una tecnica agricola rispettosa dell’ambiente e della terra, coscienti che “l’ecosistema” è un grande organismo vivente, della cui vita l’uomo è responsabile.